Consumi energetici suddivisi per tipologia (GJ)

Riduzione dei consumi di energia elettrica dal 2019 (GJ), a fronte di un leggero aumento dei consumi di gas naturale, e di un consumo costante di gasolio e benzina.

L’impegno di MM per un uso responsabile delle risorse energetiche è volto a contenere i consumi attraverso la realizzazione di iniziative tecniche di riduzione e di interventi di efficientamento energetico.

Cosa facciamo

Le attività aziendali portate avanti da MM, comportano costi elevati sia in termini economici che di impatto ambientale. Per ridurre il rischio di effetti negativi sul territorio e in generale sull’ambiente, MM persegue un attento monitoraggio dei consumi e una puntuale pianificazione degli interventi di efficientamento. L’approccio adottato dall’Azienda prevede:

  • il miglioramento continuo del Sistema di Gestione dell’Energia, con la messa a disposizione di capacità specialistiche e di risorse da investire in innovazione tecnologica

  • il sostegno degli investimenti economici nel settore, anche senza impegnare nuove risorse finanziarie, ma capitalizzando i futuri risparmi, ad esempio con l’acquisto di nuove tecnologie più efficienti.

Nel 2017 è stato costituito l’Energy Management Team della Divisione Servizio Idrico, che cura la definizione della politica energetica della Divisione e l’aggiornamento del Sistema di Gestione dell’Energia (SGE).

In particolare, MM elabora annualmente un piano triennale delle opere di efficientamento dei processi e del sistema finalizzato a presentare un’analisi dello stato degli impianti, aggiornare le azioni da intraprendere ai fini del contenimento dei consumi e illustrare i risultati conseguiti attraverso gli interventi di efficientamento attuati nel periodo precedente. A fine 2019 sono state presentate ad ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) le Diagnosi Energetiche in ottemperanza al D.Lgs. 102/14 per MM e Milanosport, poi aggiornate e completate nel corso del 2020 secondo i requisiti della normativa vigente.

Tra le iniziative promosse negli anni per il contenimento dei consumi energetici rientrano l’utilizzo di diverse forme di energia e di nuove soluzioni tecnologiche anche per la climatizzazione degli ambienti, quali ad esempio l’uso di caldaie a biomassa (pellet) che, integrate a un impianto solare termico, garantiscono il servizio di riscaldamento e di acqua calda sanitaria h24 all’interno della sede principale del Servizio Idrico.

Proseguono le attività di efficientamento energetico del depuratore di San Rocco e nel 2020 si è completata la fase di progettazione esecutiva per la realizzazione di un impianto fotovoltaico per l’autoproduzione di energia elettrica costituito da 1.856 moduli in silicio monocristallino, progetto che prevede l’annessa costruzione di una pensilina con pannelli solari adibita a parcheggio automezzi e attrezzata con tre colonnine di ricarica per auto elettriche. Con una producibilità annua pari a 888,78 MWh e una potenza complessiva di 816,64 kWp, l’impianto andrà in futuro a diminuire la quota del vettore acquistata dall’esterno coprendo circa il 3% del fabbisogno annuo di elettricità di MM e contribuendo a un risparmio di CO2 pari a 13.030 tonnellate in 30 anni.

I consumi derivanti da fonti non rinnovabili – principalmente riconducibili all’utilizzo del gas naturale – risultano in lieve decrescita dal 2019 (-10%). Se infatti da un lato la pandemia da Covid-19 ha comportato una riduzione nei consumi nelle sedi aziendali, prima chiuse durante il lockdown e poi riaperte con affluenza ridotta, dall’altro i consumi del Servizio Idrico Integrato – rimasto pressoché sempre operativo durante il 2020 in quanto servizio pubblico essenziale – sono rimasti costanti.

Nel dettaglio, i consumi del 2020 sono imputabili a:

  • Attività di depurazione e di riscaldamento delle sedi – nel 2020 si è verificata una lieve riduzione nel consumo di gas naturale (-11%) attribuibile, oltre che al ridotto fabbisogno di riscaldamento delle sedi e all’efficientamento della caldaia a pellet, principalmente alle attività di depurazione del Servizio Idrico. Rispetto ai precedenti esercizi, si è conseguita una gestione più efficiente dell’utilizzo di gas metano per tonnellata di fango essiccato, che ha permesso di bilanciare il maggior consumo di gas derivante dalle modifiche di processo apportate agli impianti durante l’anno che ne hanno determinato un aumento della performance. Inoltre, l’utilizzo di gas è influenzato da fattori di contesto quali l’andamento del mercato dei cementifici servito dall’impianto di essicamento dei fanghi, che ha contribuito in parte alla riduzione con lo stop nel mese di aprile dovuto alla pandemia.

  • Alimentazione del parco mezzi – nel 2020 i consumi di benzina e gasolio relativi alla flotta aziendale si confermano in linea con l’anno precedente. MM ha proseguito la transizione verso un parco auto a ridotto impatto ambientale, con circa il 93% dei veicoli acquistati e in leasing durante l’anno a motore ibrido – 38 nuovi mezzi ibridi su un totale di 41 ingressi nel 2020. Questa scelta ha permesso di limitare l’aumento dei consumi generali pur con un incremento nel numero totale di mezzi; a fine 2020, il parco mezzi di MM contava un totale di 272 veicoli, di cui 57 ibridi, pari a circa il 21% della flotta.

  • Alimentazione della caldaia a pellet – installata nel 2015 nella sede principale del Servizio Idrico Integrato e nel 2020 è stata conseguita una più efficiente gestione dell’impianto, che ha permesso di privilegiare l’utilizzo di questo vettore energetico rispetto al gas naturale, comportando un incremento nel consumo di pellet pari al 117% – in linea ai livelli del 2018 – e una riduzione nel consumo di gas metano.

Inoltre, il consumo di energia elettrica acquistata nel 2020 per l’alimentazione di uffici e impianti, che rappresenta la quota maggioritaria (circa l’83%) del totale dei consumi energetici, ha registrato un decremento del 7% rispetto al 2019. La quasi totalità dei consumi di elettricità è connessa all’esercizio degli impianti di sollevamento e pompaggio dell’acqua e degli impianti di depurazione, attività particolarmente energivore ma che nel 2020 hanno risentito, seppur non in modo marcato, dell’impatto della pandemia da Covid-19. In linea con gli obiettivi della Politica Energetica, anche nel 2020 MM ha acquistato energia elettrica con certificati di garanzia di origine, arrivando al 100% di energia verde certificata sul totale del consumato.

FOCUS


Riqualificazione delle sedi aziendali


Tra le iniziative promosse da MM e volte al contenimento dei consumi energetici, rientrano anche l’attività di efficientamento delle caldaie a pellet e il collaudo di un impianto solare termico utilizzato per il riscaldamento. Nel 2019 è stato presentato il Piano per la riqualificazione delle sedi aziendali – attualmente in corso di approvazione. L’obiettivo è quello di renderle “Nearly Zero-Energy Buildings” (NZEB), ovvero edifici a impatto zero, al 2025. Oltre all’efficientamento energetico e alla riduzione delle emissioni di CO2, con l’adozione della logica NZEB MM rivolge l’attenzione all’importanza di attuare uno sviluppo sostenibile che permetta la crescita rispettando al contempo le possibilità e i diritti delle generazioni future.

MM Spa a socio unico _ Via del Vecchio Politecnico, 8 - 20121 MilanoCodice fiscale/partita IVA e numero Iscrizione Registro delle Imprese di Milano: 01742310152R.E.A. di Milano numero 477753 - Capitale Sociale € 36.996.233 (i.v.)info@pec.metropolitanamilanese.it